virus nel pc

Riparazione di Windows dopo un attacco malware – Test

Cosa succede dopo un attacco di malware, e quali sono i migliori programmi per difendesi da un virus o un Trojan? È possibile pulire e salvare il sistema Windows infettato da un virus senza riformattare il computer? Il team di AV-TEST risponde a queste domande e, per questo, ha verificato quali sono le 7 migliori protezioni contro virus e minacce sul Web.  AV-TEST  analizza inoltre 5 validi strumenti gratuiti per la pulizia e il recupero del pc.

Quando il computer è stato infettato da un adware o un virus e di nascosto ha preso il controllo del sistema, ci chiediamo immediatamente se dovremmo cancellare e reinstallare il sistema operativo di Windows!. Ebbene, secondo alcuni forum pertinenti, in questo caso, l’unica cosa utile da fare è reinstallare l’intero sistema operativo, overo riformattare il Pc. Tuttavia il test di pulizia e riparazione effettuato da AV-TEST, dimostra che esistono validi programmi in grado di offrire soluzioni molto più semplici ed efficaci.

Test: 12 programmi per le emergenze

Quali sono le conseguenze di un attacco che infettata il computer con del codice dannoso? Spesso, in primo luogo, il virus prende il controllo dei punti chiave del sistema di Windows. Alcuni tipi di malware vengono quindi mantenuti in background senza attirare l’attenzione, poiché fanno parte di una botnet. Altri codici, ad esempio, sovraccaricano costantemente la CPU, poiché estraggono bitcoin. Ma, in realtà, non importa cosa faccia il codice dannoso, l’importante è liberarsene al più presto. Per cancellare i maleware e riparare così i danni causati, possiamo utilizzare una serie di strumenti di sicurezza Internet e alcuni strumenti aggiuntivi che fanno sicuramente la differenza. Il laboratorio AV-TEST ha ampiamente esaminato, durante il primo semestre del 2018, le seguenti 7 suite e ben 5 strumenti speciali, verificandone la loro efficacia e testando come questi programmi eliminano in modo rapido ed efficace qualsiasi codice dannoso del nostro Pc.

Nel test sono state incluse le seguenti suite di sicurezza, complete di antivirus, firewall e anti-malware  per proteggere e monitorare il Pc in tempo reale.

– Avast Free Antivirus
– Avira Antivirus Pro
– Bitdefender Internet Security
– Kaspersky Internet Security
– Malwarebytes Premium
– Symantec Norton Security
– Windows Defender Antivirus

I 5 strumenti strumenti per la pulizia e il recupero del pc (tutti disponibili gratuitamente sul Web) sono questi:

– Bitdefender Rescue Disk
– Heise Desinfec’t 2018
– Strumento di rimozione virus Kaspersky
– Microsoft Safety Scanner
– Strumento di rimozione virus Vipre

Leggi anche: Come scaricare un antivirus gratuito per PC

Ecco come funziona il test
L’intero test richiede un grande sforzo, dal momento che comporta un sacco di lavoro manuale. Il test è leggermente diverso per le suite e per gli strumenti. Nella prima parte del test, le suite sono installate in un sistema già infetto. Questo simula il caso di un utente che lavora con un sistema operativo non protetto e quindi si cerca di salvare ciò che è possibile. Nella seconda parte, le suite sono già installate, ma vengono temporaneamente disattivate per procedere con l’infezione e con il codice dannoso. In questo modo, viene ricreata una situazione in cui un pacchetto di sicurezza non rileva,  in un primo momento l’attaccante, ma poi lo scopre e lo elimina.

Nel caso degli strumenti speciali, il sistema Windows 10 viene prima infettato da un codice dannoso e quindi viene utilizzato lo strumento per la rimozione di malware.Per questo viene utilizzato un avvio DVD o pendrive. Gli strumenti speciali puliscono e riparano il sistema Windows dall’esterno, per così dire.

L’analisi finale
Ogni volta che viene completata una fase del test, il sistema Windows viene scansionato bit per bit e confrontato con un sistema di riferimento. In questo modo, gli esaminatori possono verificare se il sistema è tornato nel suo stato originale o se la pulizia e la riparazione non è andata a buon fine. Il protocollo include quanto segue:

– Rilevato codice nocivo o meno

-Sono stati eliminati componenti pericolosi
– Il numero di archivi non pericolosi rimane
– Il numero di sistemi completamente puliti

Il risultato della totalità dei test è stato davvero buono. Tutte le suite di sicurezza hanno soddisfatto le più rosee aspettative, tranne che per un’eccezione!.

Software e strumenti come supporto
Tra le suite di sicurezza esaminate ce ne sono davvero molte in grado di garantire grande affidabilità. I prodotti Bitdefender e Kaspersky hanno ottenuto il miglior risultato. Entrambi hanno pulito 42 sistemi senza errori e in 2 casi è stato trascurato solo un paio di file non pericolosi. Windows Defender e il software Symantec li seguono da vicino con 41 sistemi puliti. Anche i programmi Avast e Avira hanno funzionato bene con 40 sistemi perfettamente puliti.

Solo il software Malwarebytes non è stato in grado di pulire e riparare il sistema Windows due volte, in quanto non ha rilevato il codice dannoso. A questi dobbiamo aggiungere 2 sistemi con resti di file innocui e 40 piattaforme Windows completamente pulite.

Leggi anche: MALWAREBYTES LANCIA L’ESTENSIONE ANTI-MALWARE PER FIREFOX E CHROME

Tra gli strumenti speciali esaminati , alcuni hanno ottenuto un risultato non molto buono. Anche in quest’area, gli strumenti di Bitdefender e Kaspersky Lab hanno offerto i migliori risultati. Entrambi gli strumenti hanno pulito e riparato il sistema perfettamente dopo 21 dei 22 attacchi esaminati. Lo strumento di Heise è stato in grado di rilevare sempre il codice dannoso e cancellare i componenti pericolosi, ma i resti di file non pericolosi sono stati ignorati in 15 casi, quindi alla fine il sistema Windows è stato perfettamente pulito 7 volte.

Microsoft Safety Scanner non è stato in grado di rilevare un codice dannoso; Lo strumento di Vipre, due. Ma, dopo tutto, lo strumento Microsoft ha pulito la piattaforma senza errori 20. Vipre è rimasto dietro al gruppo, che non è stato in grado di rimuovere i componenti di file attivi e pericolosi per quattro volte.

In conclusione, i pacchetti e i software di Bitdefender e Kaspersky Lab, sono risultati all’avanguardia nella pulizia e nella riparazione dei sistemi Windows.

Strumento di backup
Kaspersky Total Security Strumento di backup

Un consiglio per terminare: se un ransomware o un cryptolocker attacca un computer, di solito crittografa tutti i dati immediatamente. Sebbene un software di sicurezza o un valido strumento possano eliminare l’aggressore, nella maggior parte dei casi non è in grado di decodificare i file. Pertanto, l’utente dovrebbe eseguire regolarmente un backup su un’unità esterna e quindi separare sempre  l’unità dal computer.

Fine articolo: Riparazione di Windows dopo un attacco malware – Test.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *