Come sapere se il tuo telefono è stato violato

Le cattive prestazioni del vostro smartphone possono essere un segnale! Ci sono alcuni indizi che si possono rilevare senza consultare uno specialista. Il nostro telefono cellulare è diventato una parte importante della nostra vita. Nello smartphone abbiamo i nostri contatti, dati personali e anche numeri di conto bancario. Ecco perché è importante verificare ed essere sicuri che non sia stato violato e che le nostre informazioni non siano utilizzate da altri.

Vediamo ora di capire se il tuo telefono è stato violato.

-Funzionamento A volte quando le applicazioni vengono aggiornate, l’operazione tende ad essere più lenta, se ciò accade, è possibile che sia stato memorizzato un malware che rallenta il dispositivo. -Applicazioni Se improvvisamente scopri di avere un’app installata, ma non ricordi di averla scaricata, significa che qualcun altro l’ha abilitata sul tuo telefono. Potrebbe essere applicazione correlata al sistema operativo, ma per sicurezza, fai una ricerca tramite Google e vedi cosa dicono anche gli altri utenti. -Strani rumori Quando si effettua una chiamata è possibile che sullo sfondo si sentano strani rumori, come delle insolite interferenze. Questo può accadere perché la copertura non è buona, ma se succede anche dove si ha un buon segnale è perché qualcuno potrebbe aver manomesso il telefono, con il preciso intento di registrare le conversazioni con gli altri. -Batteria È vero che con il passare del tempo e con un uso prolungato la batteria di un cellulare ha meno prestazioni. Ma se inizi a notare che si scarica troppo velocemente, soprattutto quando lo utilizzi poco e segno che qualcosa non va. -Messaggi Attenzione ai social network! Se un contatto che non conosci ti chiede la tua email, fai attenzione e non prendere la cosa alla leggera, in quanto è un modo per trasferire virus e rubare informazioni. La cosa migliore che si può fare in questi casi è eliminarli senza aprire le mail, i link su WhatsApp o gli SMS. -Riscaldamento In generale, non è un bene che un telefono diventi troppo caldo, tuttavia può succedere se lo utilizzate a lungo. Se però la temperatura aumenta dal nulla, è necessario fare attenzione e verificare che le app dannose non vengano eseguite in background. Prova a scaricare dall’play store di Google “KillApps”: chiude tutte le app in esecuzione! -Cambio di configurazione Se rilevi una configurazione diversa nelle impostazioni o nella sicurezza che non hai personalmente apportato, è probabile che abbiano violato il tuo dispositivo. -Chiamate a numeri sconosciuti È facile rilevare questo, controlla la cronologia delle chiamate e se vedi numeri che non hai chiamato e che non conosci o ricordi, significa che qualcuno ha controllato il tuo telefono. -Pop up È normale che alcuni siti web o giochi online usino finestre di pop up, tuttavia, se ultimamente avete notato che sul vostro browser Android appaiono fastidiosi messaggi popup significa che un hacker voglia iniettare codice appositamente progettato per indurre gli utenti a esporre le proprie informazioni private. -Spese di traffico dati internet È normale che se si è fuori o in una zona senza Wi-Fi si utilizzano i dati mobili, ma se si nota che iniziano a terminare molto rapidamente, controllate quali app spendono di più. Se noti qualcosa di sospetto, forse è un malware in un’applicazione ed è stato installato da un hacker che ruba i tuoi dati.

Questi sono solo alcuni dei sintomi che possono essere un indicatore del fatto che il tuo telefono è stato violato. Ma come evitare che qualcuno spii il vostro telefono?

  • Un buon antivirus.
  • Disinstallare le app che non riconosci e scaricarle solo da siti sicuri. Vedi ad esempio: https://play.google.com/store
  • Evita l’uso del Wi-Fi pubblico.
  • Usa password difficili da decifrare.
  • Non fare clic su finestre pop-up.
  • Tieni d’occhio i tuoi dati e informazioni.
  • Non aprire SMS, messaggi WhatsApp o e-mail sconosciute.
  • Controlla la cronologia delle chiamate.
  • Aggiorna il dispositivo.
  • Attiva solo Bluetooth quando necessario.
  • Ecco come proteggere il tuo smartphone

    -Eventuali reti Wi-Fi gratuite compromesse possono ridirigere il traffico dove è più utile ai criminali informatici: nel dubbio, non scaricare nulla ed evita di fare click su banner o pop-up. Quando non necessario, è opportuno disattivare Wi-Fi e Bluetooth -Mantenere lo smartphone sempre aggiornato, per evitare vulnerabilità del sistema operativo -Installare solo applicazioni provenienti dagli store ufficiali -Verificare le autorizzazioni concesse alle applicazioni, controllando nelle impostazioni del telefono -Non cliccare su banner o pop-up presenti in siti o app non affidabili -Verificare se la crittografia, che consente di proteggere ulteriormente i propri dati, è già attivata sul tuo dispositivo -Impostare il blocco del touchscreen: può rivelarsi utile in caso di furto o smarrimento -Attivare le impostazioni per il controllo da remoto: ti permette, in caso di smarrimento, di bloccare il telefono a distanza -Se vuoi rivendere o regalare il tuo smartphone, ripristinalo alle impostazioni di fabbrica.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *